Accise

Accise

L’accisa è un’ imposta sulla fabbricazione e vendita di prodotti energetici, alcolici e tabacchi.

A cosa servono le accise?

Le accise hanno spesso una valenza “compensativa” o “punitiva” nei confronti di consumi che possono impoverire il paese, come sul consumo di tabacco e bevande alcoliche (conseguenze negative sulla spesa medica pubblica), o su consumi basati su prodotti di importazione come i carburanti e l’energia elettrica (in larga parte generata da combustibili fossili).
In Italia nei decenni scorsi l’aumento delle accise è spesso stato giustificata come soluzione volta fronteggiare finanziariamente emergenze provocate da eventi naturali e non.
Questo tipo di giustificazione non trova riscontro nella realtà – le entrate delle accise confluiscono infatti nel patrimonio erariale comune e non sono dedicate a uno scopo preciso.

Chi paga le accise?

L’accise è pagata dal produttore, che poi rigira il costo delle stese sul consumatore.
Le categorie di prodotto interessate dalle accise (in particolare energia e carburanti) influiscono direttamente o indirettamente tutti i settori produttivi. Pertanto si può dire che le accise gravano, direttamente o indirettamente, su tutti i settori dell’economia.

Oltre all’Italia, in quali paesi si pagano?

Le accise si pagano in tutto il mondo. In ambito europeo le accise non sono ancora state arminizzate, pertanto ogni stato membro in base alle proprie esigenze applica una normativa autonoma.
Per informazioni su accise ed esenzioni in tutti gli stati europei, puoi consultare la pagina dedicata sul sito europa.eu.

Domande